Materassi, divani e poltrone a Bologna
divani moderni, contemporanei, classici, relax
rifoderatura divani
poltrone - letti imbottiti
materassi - sistemi per il riposo



Cos'è il sonno

Ciò che accade mentre noi dormiamo

Conoscere il sonno significa riconoscere la qualità di un aspetto importantissimo della nostra vita. Molte volte il nostro corpo si abitua a dormire in situazioni non completamente confortevoli; con il passare del tempo, abbiamo l'impressione che certi "disagi" siano quasi normali. Facendo questo, in realtà, ignoriamo piccoli segnali d'allarme e poniamo le basi affinché disturbi piu seri insorgano a causa di un sonno di cattiva qualità.

Il sonno va coltivato, ed occorre conoscerne tutte le proprietà per poterne godere appieno. Così come nutrirsi, anche dormire deve essere un atto consapevole; non dobbiamo, infatti, sottovalutare la qualità del tempo che trascorriamo dormendo, perché da questo dipende la nostra salute. Per dormire in modo corretto occorre predisporre alcune condizioni fondamentali: innanzitutto, si deve ottenere il rilassamento totale dei muscoli, e questo avviene se la colonna vertebrale assume una posizione corretta.

Riposare su materassi che accolgono correttamente il nostro corpo, favorendone un immediato rilassamento muscolare, è sicuramente il migliore aiuto per predisporci ad un sonno rigenerante: lo apprezzeremo al nostro risveglio.

Portanza di un materasso: rigido o soffice?

Come dobbiamo essere sostenuti quando dormiamo: i punti del nostro corpo a cui dedicare la massima attenzione. Il concetto di "portanza di un materasso" e l'aggettivo "ergonomico".

Prima di parlare delle caratteristiche dei materassi, delle reti e dei cuscini, è opportuno chiarire cosa si intenda per "ergonomico". Semplificando, si può dire che un oggetto (nel nostro caso, un materasso) è ergonomico se favorisce sicurezza d'uso, gradevolezza, comfort; in altre parole, un manufatto è ergonomico se è progettato tenendo conto delle esigenze di chi lo utilizzerà, rispettandole. Quindi, un materasso è ergonomico se realizzato in funzione della fisiologia del corpo umano, favorendo posture corrette, trasmettendo una sensazione di comfort, fatti che si traducono nella sensazione di aver dormito bene, al risveglio (per approfondimenti, si legga l'articolo su Wikipedia).

Ciò premesso, vediamo come si realizzano i concetti sopraesposti. Durante il sonno ogni parte del nostro corpo deve essere adeguatamente sostenuta per evitare fastidiose patologie: analizziamo queste parti.

Zona cervicale: particolarmente sensibile alle sollecitazioni di natura meccanica e termica, spesso può essere causa di mal di testa e disturbi di natura artritica. Nel materasso, in corrispondenza di quest'area, dev'essere applicato un materiale che ne sostenga il peso, favorendo la circolazione ematica ed il rilassamento dei cuscinetti intervertebrali.

Zona dorsale: è la parte centrale della schiena e quella maggiormente sollecitata quando solleviamo dei pesi. Esistono numerosissimi disturbi legati a questa zona specifica ed il più comune è proprio il mal di schiena. I materassi devono essere realizzati rispettando la forma della colonna vertebrale (si veda la figura che illustra la portanza del materasso ideale, di seguito riportata), concentrando nelle aree di depressione un materiale con spiccate caratteristiche di elasticità ed in quelle di maggior attrito uno piu morbido che produca minor calore per effetto del peso corporeo.

Zona delle anche: si tratta del punto in cui il nostro corpo scarica maggiormente il suo peso sul materasso. Per questa ragione esso dev'essere adeguatamente morbido, ma senza portare il resto della schiena in una posizione innaturale. Allo stesso tempo, non si devono formare ristagni ematici, né eccessive pressioni con relativo innalzamento della temperatura cutanea.

Articolazioni gambe e ginocchia: dormire su una superficie troppo rigida può portare ad un affaticamento degli arti che sarebbero indotti ad assumere posizioni contratte e poco rilassanti con conseguenti disagi per le articolazioni ed in particolare per le ginocchia. Nel caso vi siano disturbi preesistenti come, ad esempio, infiammazione del nervo sciatico, questi sarebbero aggravati.

Muscolatura delle spalle e delle braccia: il benessere di tutto l'apparato muscolare della schiena e delle braccia dipende da una corretta posizione del collo, dato che i nervi che lo controllano passano proprio dall'area cervicale. Una posizione scorretta comporta disturbi muscolari.

Circolazione sanguigna: abbiamo visto in precedenza quanto sia importante che i nostri organi vengano ben irrorati nel momento del sonno per favorirne il recupero e la giusta ossigenazione. L'uso di materassi troppo duri contrasta con la circolazione ematica creando ristagni e "formicolii" che sono un chiaro sintomo di disagio e che possono essere prevenuti con superfici di appoggio anatomiche.

La colonna vertebrale

La colonna vertebrale rappresenta il sostegno principale di tutto il nostro corpo, ed è normalmente sottoposta a notevoli sollecitazioni. Nel momento del riposo è fondamentale che essa abbia la possibilità di rilassarsi assumendo una posizione che ne favorisca la giusta postura.

La sua conformazione naturale, quando il corpo è steso, non è diritta, ma forma una doppia curva. Questo rende piu complicato trovare un giusto appoggio. Una superficie troppo rigida rischia di scaricare eccessivo peso nelle parti a contatto, comprimendo i tessuti sottocutanei, mentre una superficie eccessivamente morbida può non sostenere adeguatamente il peso del corpo, portando le vertebre ad assumere fra loro posizioni innaturali che implicano pressioni o trazioni dannose.

Questo stato di disagio induce il corpo a cercare sempre nuove posizioni, il che si traduce in frequenti risvegli, dei quali al mattino non abbiamo memoria; essi, tuttavia, lasciano una sensazione di stanchezza che si avverte durante il giorno.

Quindi, il materasso deve sostenere il corpo nei punti giusti, adattandosi il più possibile alla nostra schiena anche quando questa, nell'arco della nottata, assume varie posizioni.

E' fondamentale che le varie parti di cui è composto il materasso siano predisposte a sostenere la pressione che verrà esercitata esattamente in quel punto; allo stesso tempo, esso deve essere in grado di recuperare velocemente la forma iniziale quando il corpo si sposta, adattandosi al nuovo tipo di sollecitazione.

I concetti esposti sono ben sintetizzati nell'immagine che si riporta qui sotto, in cui sono rappresentate le zone in cui è diviso il materasso ed è indicata la loro portanza ideale.

Portanza di un materasso - rigido o soffice
Portanza del materasso ideale

Meglio un materasso in lattice o in memory foam?

Per acquistare un ottimo materasso è necessario provarlo in sala mostra in tutta tranquillità

Ognuno di noi presenta necessità differenti; per questo viene offerta un'ampia gamma di modelli. Ai tradizionali materassi a molle, la cui evoluzione ha portato ai modelli a molle indipendenti (detti anche a molle insacchettate), si affiancano gli innovativi materassi in lattice ed in memory foam, che realizzano un supporto con le caratteristiche sopra esposte.

Per poter ottenere i migliori risultati, infine, occorre non sottovalutare l'importanza dell'abbinamento materasso - rete, e l'abbinamento con un cuscino che valorizzi le proprietà ergonomiche del materasso.

Sapere cosa offre il mercato è importante, così come è utile essere preparati sulle caratteristiche dei vari tipi di materassi; questo fondamentale elemento della nostra camera, però, non va scelto sulla carta, ma va provato di persona. Nulla, quindi, può sostituire la visita in negozio, dove, in tutta tranquillità, si va alla ricerca del modello che meglio si adatta alla nostra corporatura ed al nostro modo di dormire.